tu e la tua università

vicini una volta, connessi per sempre

PUBBLICATI I BANDI

PER L'ASSEGNAZIONE DEI PREMI DI LAUREA

EUGENIO INGLESE

FONDO BADA'

Le domande scadono il 22/12/2022

Potete trovare tutte le informazioni e la documentazione utile alla pagine:

https://upoalumni.uniupo.it/borse-di-studio-e-premi/premio-eugenio-inglese

https://upoalumni.uniupo.it/borse-di-studio-e-premi/premi-di-laurea-fondo-enrico-bad%C3%A0

CAREER DAY 2022

Un appuntamento importante
per i laureati UPO e per i soci di UPO Alumni

L’iniziativa più importante di placement è il Career Day di Ateneo, a cui partecipa un folto panel di aziende locali, nazionali e internazionali con cui puoi fare un colloquio conoscitivo o di selezione.

Il Career Day 2022 torna in presenza e si terrà a Novara in via Perrone n.18, il 17 novembre dalle 9.00 alle 14.00 con la partecipazione di 50 aziende.

Ecco il programma della giornata:

9:00 – 9:45 accoglienza e accreditamento studenti e laureati;

10:00 – 14:00 colloqui: ogni azienda sarà presente con 2 referenti che svolgeranno colloqui liberi e colloqui su appuntamenti prefissati.

Per partecipare al Career Day dovrai registrarti al form attraverso il link: https://studenti.careerdayupo22.it

Dovrai compilare tutti i campi obbligatori e nel campo mail dovrai fornire l’indirizzo mail universitario con estensione @studenti.uniupo.it.

Per partecipare al Career Day è obbligatorio registrarsi al form che potrà essere compilato dal 19/10/2022 al 16/11/2022.

A registrazione avvenuta potrai accedere alla Virtual Room dove troverai tutti i contenuti fondamentali per vivere al meglio il Career Day 2022: programma, sezione dedicata agli studenti, sezione dedicata al profilo delle aziende presenti per prepararti al meglio ad incontrarle, sezione dedicata all'Ateneo.

Per accedere alla Virtual Room copia e incolla nel browser la seguente url: www.careerdayupo22.it

Cliccando sul seguente link trovi il Vademecum con tutte le informazioni che ti servono per partecipare all'evento. Se ti occorrono maggiori informazioni sulla registrazione o dovessi incontrare delle difficoltà puoi scrivere a segreteria@careerdayupo22.it


UPOALUMNI AWARD FOR WOMEN IN ACADEMY AND RESEARCH

Premiata dal Rettore e dalla presidentessa di UPOAlumni la dottoressa Gabriella Pravettoni

Nell'ambito del convegno internazionale Innovators in Breast Cancer 2022, il giorno 21 ottobre 2022, presso l'Università del Piemonte Orientale a Novara, la dottoressa Gabriella Pravettoni ha ricevuto l'UPO Alumni Award for Women in Academy and Research, premio giunto alla sua seconda edizione. Gabriella Pravettoni, scienziata che ha lavorato per molti anni con Umberto Veronesi, oggi dirige la Applied Research Division for Cognitive and Psychological Science all’Istituto Europeo di Oncologia di Milano. Il premio le è stato conferito dal Rettore UPO, Gian Carlo Avanzi, dalla presidentessa di UPO Alumni, Stefania Cerutti, che ha presentato le finalità dell'Associazione, e dai coordinatori del convegno oncologico Alessandra Gennari e Marco Krengli.

La consegna del premio è stata l'occasione per scattare un'istantanea della posizione che la donna oggi ricopre nel campo della medicina, in generale, e nello specifico ambito dell'oncologia. Il numero delle donne medico in Italia è in netta ascesa e si prevede che superi quello dei colleghi uomini già dai prossimi anni. Le donne medico con meno di 70 anni sono più dei colleghi uomini, il 50,9% del totale. Considerando il totale degli iscritti all’Ordine, sotto i 65 anni raggiungono il 55% e sotto i 50 anni toccano addirittura il 60%. In oncologia le donne arrivano al 70% e, nonostante a livello nazionale solo il 15% ricopra posizioni apicali, va segnalata l’eccezione della rete oncologica Piemonte-Val d’Aosta, in cui ben 6 primari sono donne a fronte di 8 uomini.

«Il mio mentore, Umberto Veronesi, diceva sempre che ‘togliere un tumore da un corpo è facile, molto più difficile è eliminarlo dalla mente’ – spiega la professoressa Pravettoni –. L’importanza della psico-oncologia è tutta qui, nella necessità di umanizzare quanto più possibile le cure, non dimenticando mai che con malattie o parti del corpo noi medici abbiamo a che fare con persone. Un tempo le donne – ha detto Gabriella Pravettoni – erano meno portate a puntare sulla carriera e, nei pochi casi in cui accadeva, venivano viste dai colleghi maschi come un potenziale concorrente con cui era facile entrare in conflitto. Oggi tutto questo non esiste quasi più, la collaborazione è molto frequente. E io ne sono la prova provata: per tre anni sono stata responsabile di dipartimento, da quindici sono direttrice di divisione psico-oncologica.»

«In oncologia – ha concluso la dottoressa Pravettoni – le donne si trovano più a loro agio e hanno maggior facilità ad affermarsi perché si ha più spesso a che fare con il dolore: le diagnosi di tumore sono tsunami che travolgono la vita delle persone e la capacità di ascolto e la sensibilità sono spesso la chiave per creare più facilmente una relazione di aiuto tra medico e paziente.»

«Il ruolo delle donne nella scienza e nella ricerca, non senza fatica, si sta velocemente modificando e sta divenendo finalmente più centrale a beneficio di tutta la comunità scientifica e della società in generale – sottolinea Alessandra Gennari, professoressa di Oncologia presso il Dipartimento di Medicina traslazionale dell’Università del Piemonte Orientale –. Ciò vale sia per la didattica sia nella gestione di gruppi di ricerca e anche a livello manageriale. Le donne sanno usare un linguaggio diverso per affrontare con efficacia i problemi, tratto che personalmente considero un valore aggiunto e distintivo. Non è un caso se oggi le laureate sono più dei laureati (il 60%), concludono il loro corso di studi più rapidamente dei colleghi uomini (il 60%) e con voti migliori. La donna di oggi sa essere multitasking, dividendo le energie con efficacia tra accademia, famiglia e una società che sta cambiando rapidamente e che la vede sempre più centrale.»

«Sono certo - ha detto durante la consegna il Rettore Gian Carlo Avanzi - che questo riconoscimento possa costituire un ulteriore impulso per le nostre giovani ricercatrici e in generale per la componente femminile del nostro ateneo, da sempre centrale e determinante per fare dell’Università del Piemonte Orientale un luogo aperto, inclusivo e che promuove le pari opportunità contrastando ogni tipo di discriminazione – ha detto il Rettore –. La nostra Scuola di Medicina, grazie al coordinamento dei professori ed esperti oncologi Alessandra Gennari e Marco Krengli e insieme alla comunità scientifica internazionale, sta operando un ruolo centrale per il miglioramento del processo diagnostico e per lo sviluppo di nuove terapie di contrasto al tumore alla mammella ed è la dimostrazione concreta dell’efficacia di una rete di conoscenza di cui l’Università del Piemonte Orientale è uno dei crocevia.»

SCIENCE SLAM

Selezioni Dipartimento di Scienze della Salute

Giovedì 30 giugno il Campus della ex Caserma Perrone ha cambiato abito per fare spazio ad una festa della scienza, un momento in cui la gioia dello stare insieme in università si percepiva fortemente.

L’evento è stato organizzato dal DISS (in particolare dalla commissione divulgazione formata da: Prof.ssa Marta Ruspa, Prof.ssa Lucia Corrado, Prof.ssa Francesca Boccafoschi, Prof. Diego Cotella, Prof. Alessio Baricich, Prof.ssa Ivana Rabbone, Prof.ssa Sarah Gino) in collaborazione con UPO Alumni e con la LILT Novara.

Presenti all’evento: Sindaco Alessandro Canelli; Vice-Prefetto Dott. Antonio Moscatello; Questore di Novara Dott.ssa Alessandra Faranda Cordella; Consigliere Regionale Dott. Federico Perugini; Prof.ssa Lia Rimondini, direttrice dipartimento di scienze della salute; Prof. Gianfranco Zulian, direttore generale AOU Novara; Dott. Mario Minola, direttore regionale della Sanità e dei servizi sociali; Dott. Federico D’andrea, Presidente dell’Ordine dei Medici di Novara; Prof. Marco Krengli, Presidente Scuola di Medicina UPO; Prof.ssa Serena Quattrocolo, Direttrice DIGSPES; Prof. Leonardo Marchese, Direttore DISIT; Prof. Armando Genazzani, Direttore DSF; Dott. Marcello Sarino, Settore Ricerca, trasferimento tecnologico UPO ed incubatore diimpresa Enne3

L’evento è stato magistralmente condotto da Chiara Tordi e Max Giuliani, che hanno saputo far tesoro della loro esperienza per creare un ambiente coinvolgente e di assoluto divertimento.

Nella prima parte dell’evento 10 studenti e dottorandi UPO afferenti al DISS si sono messi in gioco presentando argomenti scientifici molto differenti tra loro avendo a disposizione solo 3 minuti. La sfida era di essere in grado di parlare di scienza in maniera non convenzionale e divertendo.

Qui di seguito la lista dei partecipanti:

1. Giulia Sguazzi (Martina Neri – aiutante muto) - Dottoranda

“Le tracce parlano: il microbioma al servizio dell’investigatore”;

2. Simona Casarella-Studentessa corso magistrale Medical Biotechnologies

“Se mi ami, stressami!”;

3. Maria Dolores Corrado-Studentessa corso magistrale Medical Biotechnologies

“Siamo tutti un po’ SpongeBob”;

4. Farah Daou-Dottoranda

“Cells and Isaac Newton’s Relationship Status: It’s Complicated”;

5. Noemy Piantanida-Dottoranda

“Quel legame che unisce il microbiota e il tumore del colon retto: uno studio con modellianimali”;

6. Ian Stoppa-Dottorando

“Il Signore dei Ligandi - I due ICOS”;

7. Emma Zanella-Studentessa corso magistrale Medical Biotechnologies

“Tutte le risposte ... in una valigia”;

8. Paola Zanetta-Dottoranda

“Vivere leggeri con 2 kg di batteri”;

9. Hari Baskar Balasubramanian-Dottorando

“Binding affinity of nintedanib on novel therapeutic targets for Idiopathic pulmonary fibrosis (IPF) by using in-silico studies”;

10. Camilla Barbero Mazzucca-Dottoranda

“Gut wars: guerre intestinali”

A decretare i primi 3 classificati è stata una giuria di esperti (Prof. Emanuele Albano, Professore di Patologia Generale UPO, Prof. Francesco Schittulli, Presidente Nazionale LILT, Dott. Roberto Serra, rappresentante personale tecnico amministrativo UPO, Prof. Davide Porporato, Professore di Antropologia UPO, Dott.ssa Valentina Graziosi, Giornalista e autrice televisiva e Consigliere Comune di Novara) ed il pubblico che ha potuto esprimere il proprio giudizio al termine delle presentazioni.

La sommatoria dei voti ha decretato come vincitori:

Camilla Barbero Mazzucca (I), Emma Zanella (II) e Maria Dolores Corrado (III).

Le prime due classificate rappresenteranno il DISS allo Slam di Ateneo che si terrà il 23 settembre nell’ambito della settimana della scienza.

Nella seconda parte dell’evento l’Associazione UPO Alumni, presieduta dalla prof.ssa Francesca Boccafoschi, che conclude in questo periodo il mandato triennale, in collaborazione con LILT Novara ha consegnato il premio di Laurea alla memoria del Prof. Giovanni Pisani. A consegnare il premio, oltre alla famiglia Pisani, la Presidente LILT Novara, dott.ssa Giuseppina Gambaro, e il Presidente nazionale LILT, Prof. Francesco Schittulli. Il miglior premio come miglior tesi in ambito oncologico dell’a.a. 2021-22 è andato in ex aequo alla dott.ssa Martina Cavalleri (titolo della tesi: Circulating senescent T cells and MDSCs as predictors of response to neoadjuvant chemotherapy in breast cancer patients) e al dott. Ian Ghezzi (titolo della tesi: NKX3-2: a novel negative regulator of autophagy favoring LPA- induced cell migration), entrambi laureati in Medical BIotechnologies presso UPO nel luglio 2021.


PREMI DI LAUREA ENRICO BADÀ

Per l’a/a 2020/2021 l’Associazione UPO Alumni, facendo seguito alla generosa donazione da parte dei famigliari e degli amici di Enrico Badà, che hanno costituito un fondo presso la Fondazione Comunità Novarese per ricordarne degnamente la figura, ha stabilito lo stanziamento e l’assegnazione di 2 Premio di Laurea:

1) Premio di Laurea di 1000 euro riservato alle tesi relative a corsi di Laurea Triennale afferenti al Dipartimento di Studi per l’Economia e l’Impresa e al Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali dell’Università del Piemonte Orientale. Le tesi devono essere presentate e discusse nell’aa 2020/2021 all’Università del Piemonte Orientale e devono come argomento principale Il Diritto del Lavoro o l’Organizzazione del Lavoro.

2) Premio di Laurea di 1500 euro riservato alle tesi relative a corsi di Laurea Magistrali o Magistrali a Ciclo Unico afferenti al Dipartimento di Studi per l’Economia e l’Impresa e al Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali dell’Università del Piemonte Orientale. Le tesi devono essere presentate e discusse nell’aa 2020/2021 presso l’Università del Piemonte Orientale e devono come argomento principale Il Diritto del Lavoro o l’Organizzazione del Lavoro.


Scarica il Bando Laurea Triennale

Scarica il Bando Laurea Magistrale

Scarica la Domanda di Partecipazione

Compila il Modulo

BORSA DI STUDIO UPO ALUMNI PER CORSO ESTIVO DI ARABO

Data la presenza del corso di studio “Filosofia politica e studi culturali” attivato presso UPO all’interno del quale è presente un insegnamento di lingua araba e data l’importanza di rafforzare l’internazionalizzazione dell’Ateneo offrendo agli studenti opportunità di conoscere ed imparare realtà culturali diverse, l’Associazione UPO Alumni ha stabilito di mettere a disposizione 1500 euro per n.1 borsa di studio da destinare a uno/a studente/ssa iscritto/a al corso su citato per perfezionare lo studio della lingua araba presso l’Università Mohammed V di Rabat, Marocco.

La borsa di studio è riservata agli studenti del corso di laurea magistrale in Filosofia, Politica e studi culturali dell’Università del Piemonte Orientale iscritti al I anno di corso nell’anno accademico 2021/2022.

Scarica il Bando

Scarica la Domanda di Partecipazione

Compila il Modulo

PUBBLICATO IL BANDO PER IL PREMIO DI LAUREA GIOVANNI PISANI

Per l’a.a. 2020/2021, la famiglia Pisani, in collaborazione con LILT (Lega Italiana per la Lotta contro I Tumori) di Novara e con l’Associazione UPO Alumni, istituisce un premio di laurea di euro 1000 alla memoria del Prof. Dott. Giovanni Pisani che fu per molti anni primario dell’Istituto Radiologico dell’Ospedale Maggiore di Novara, presidente della LILT sezione di Novara per oltre 25 anni e che contribuì tra i primi a sostenere la nascita dell’Università del Piemonte Orientale (UPO).

Il Premio di Laurea è riservato alle tesi (Magistrali o Magistrali a Ciclo Unico – Medicina e Chirurgia, Farmacia, Chimiche e Tecniche Farmaceutiche CTF, Medical Biotechnologies) di argomento oncologico presentate e discusse nell’a.a. 2020/2021 (compresa la sessione straordinaria di marzo 2022) all’Università del Piemonte Orientale.

Scarica il Bando

Scarica la Domanda di Partecipazione

Compila il Modulo

BEATRICE COPPOLA PREMIATA PER LA MIGLIOR TESI IN AMBITO SCIENTIFICO

Va a Beatrice Coppola, giovane laureate all'Università del Piemonte Orientale in Scienze Biologiche, il Premio di Laurea Soroptimist riservato a Laureate dell’Università del Piemonte Orientale che abbiano presentato e discusso la Tesi Triennale nell’aa 2020/2021 presso la Sede UPO di Vercelli e nei corsi di Laurea in Chimica Verde, Informatica, Scienze Biologiche.


Leggi gli articoli completi:

Info Vercelli

La Sesia

Vercelli Web

UNIONE E ACCOGLIENZA

L’impresa sociale Gerico, pur non occupandosi direttamente dell’accoglienza di migranti, grazie a una collaborazione con UPO e UPO Alumni, ha accolto all’interno del proprio progetto di housing sociale a Novara una studentessa afghana arrivata in Italia nel mese di novembre grazie ai “Corridoi universitari” attivati dall’Ateneo del Piemonte Orientale.

Nasrin Fayas, studentessa di medicina di 25 anni, non ha mai avuto un luogo sicuro da chiamare casa. La guerra e la violenza hanno costretto lei e la sua famiglia, da sempre impegnata nella tutela dei diritti umani, a continue fughe verso l’Iran e ora in Italia. Nasrin ha iniziato da subito un corso di italiano e dal mese di gennaio frequenterà il corso di Biotecnologia per sostenere alcuni esami in comune con Medicina".

Leggi l'articolo completo

NOVARA LIBRO FESTIVAL

Il Centro Studi per l'Arte del Libro e Gerico Impresa Sociale Cooperativa presentano il "NOVARA LIBRO FESTIVAL", iniziativa a cui UPO Alumni è orgogliosa di collaborare.

La manifestazione, che rappresenta un evento unico e senza precedenti sul territorio novarese, ha lo scopo di far conoscere al pubblico le varie fasi della realizzazione di un libro, partendo dalla scoperta della carta fino all’invenzione della stampa.

Illustrando le dinamiche di costruzione e realizzazione del libro, l’evento vuole presentare e raccontare, attraverso 11 Conferenze e 5 Laboratori mirati, il mondo degli “architetti” e artisti che lo realizzano.

Conferenze e Laboratori saranno tenuti da grandi esperti dei settori: Grafici, Graphic design, Illustratori, Tipografi, Stampatori, Cartai, Rilegatori di libri, Legatori d’arte, Calligrafi, Restauratori di libri e pergamene.

Ingresso gratuito - Prenotazione obbligatoria - Green pass

Per prenotazioni:

novaralibrofestival@gmail.com

UNO SGUARDO OLTRE L'UPO

Un webinar di JEUPO Consulting


Gli Alumni UPO raccontano il proprio vissuto formativo e professionale con l'obiettivo di essere d'ispirazione e di orientamento per tutti coloro che stanno affrondando o si apprestano ad incominciare un percorso di studi universitari.


Maria Emanuela Boccafoschi, Marco Albertazzi, Sara Biscuola, Sebastiano Ruzza: scopri le loro esperienze


A questo link puoi guardare la registrazione della diretta.


SONO ARRIVATE LE NOSTRE MAGLIETTE!

UPO Alumni - Associazione dei Laureati dell’Università del Piemonte Orientale, nasce nei primi giorni di Settembre 2018 con l’intenzione di riunire tutti coloro che hanno conseguito un titolo presso l'UPO (lauree, master, corsi di specializzazione) o che hanno prestato servizio in qualità di Docenti.

Tra i principali obiettivi che si pone, UPO Alumni mira a creare una solida rete e a offrire servizi di mentoring e coaching per aiutare i neolaureati ad inserirsi nel mondo del lavoro. Una volta iscritti, i soci potranno inoltre registrarsi ad un Piattaforma esclusiva che permetterà loro di confrontarsi con gli altri alumni, in modo tale da ampliare i propri contatti ed inserirsi in un contesto altamente professionale.

Sempre in questa direzione, l’Associazione garantisce ai suoi soci diversi benefit: la possibilità di iscriversi a piattaforme online di apprendimento delle lingue, corsi di Alta Formazione, ECDL, biblioteche telematiche ed altri servizi ad un prezzo ridotto, oltre che agevolazioni sugli ingressi a teatri, musei e attività culturali nelle città delle tre sedi UPO.

Nel corso dell’anno l’Associazione promuove ed organizza convegni e seminari scientifici, durante i quali gli alumni partecipano non solo in qualità di uditori, ma portando e condividendo le proprie conoscenze ed esperienze.